Universitari italiani, quanti sacrifici e difficoltà che tanti ignorano…

medicina all'università

Ci sono alcuni aspetti che sono legati agli universitari italiani che in tanti ignorano completamente. Sono tantissimi i giovani che stanno frequentando il percorso post-maturità, ma in ogni caso pare che le spese da affrontare restino ancora fin troppo elevate.

Ecco, quindi, alcuni dettagli che non tutti conoscono su quali possano essere le difficoltà a livello economico degli studenti, in modo particolare quelli fuori sede, così come sui sacrifici che fanno tante famiglie per poter pagare la retta ai propri figli, con la speranza di un futuro migliore.

Universitari italiani, la differenza economica negli atenei

Una delle tendenze che è emersa più di frequente è certamente quella legata alla differenza tra ricchi e poveri all’interno dell’università. Il rischio è che gli atenei si trasformino in men che non si dica in veri e propri luoghi elitari.

Tra le tante cose che si ignorano di numerosi studenti universitari c’è sicuramente quella di dover trovare un corretto equilibrio tra lo studio e il lavoro. Farlo è chiaramente possibile, ma è necessario organizzarsi nel migliore dei modi e stare il più distanti possibile da ogni tipo di distrazione.

Chi deve lavorare e studiare…

È chiaro che lavorare porta ad essere indipendenti, ma se lo scopo è quello di guadagnare per avere un gruzzolo da sfruttare il sabato sera quando si esce in compagnia degli amici, allora avete sbagliato tutto. Lavorare serve per poter ottenere un’indipendenza economica, in grado di essere finalmente autosufficienti e di non dover essere sempre legati alle paghette dei genitori.

Quando si lavora e si studia, ci sono tante volte in cui si perde la voglia di fare entrambe le cose e si vorrebbe abbandonare tutto. Tante volte, infatti, il pensiero corre a tutti quei ragazzi ventenni, che non hanno particolari responsabilità o pensieri per la testa, ma devono pensare unicamente a studiare. Ecco, gli studenti che devono anche lavorare, conoscono benissimo il significato della parola sacrificio. È chiaro che, tralasciate le difficoltà, uno studente lavoratore non deve provocare pietà in alcuna persona.

Anzi, dovrebbe essere estremamente orgoglioso di riuscire a cavarsela da solo, portando avanti due percorsi tra loro molto diversi, ma entrambi decisamente importanti per il proprio futuro. È una realtà comune a un gran numero di studenti, non bisogna pensare di essere gli unici che fanno un certo tipo di vita. Anzi, spesso, bisogna affrontare dei lavori veramente sottopagati per poter andare avanti: queste situazioni vi faranno diventare persone migliori.

Commenti

commenti