Studenti fuori sede? Ecco quali sono quelli più diffusi

0
Studenti fuori sede

Gli studenti fuori sede sono ormai una delle costanti principali dell’università italiana e non. Sono davvero tantissime le persone che devono per forza di cose spostarsi per tanti chilometri rispetto alla propria abitazione per studiare. Oppure decidono di fare un’esperienza all’estero, magari in Spagna o Inghilterra.

Studenti fuori sede, il secchione

Gli studenti fuori sede si possono facilmente distinguere da tutte le altre tipologie di studenti perché hanno dei tratti veramente tipici. La prima categoria è certamente quella del secchione. In qualsiasi ateneo ci si trovi, c’è sempre uno che sa tutto e che prende sempre voti altissimi. L’unico motivo per cui spende la sua vita universitaria sui libri è quello di aggiornare il libretto a furia di 30 e lode.

Ecco il nottambulo

Ebbene, una seconda categoria studenti fuori sede è certamente quella del nottambulo. Se non ci sono limiti e nemmeno restrizioni che vengono imposte da parte dell’ambiente familiare, è certamente molto più semplice fare quello che si vuole, soprattutto di sera. E, quindi, svegliarsi per andare in università al mattino diventa una vera e propria impresa.

Occhio al tirchio!

Un’altra tipologia molto diffusa è quella del tirchio. Si tratta di una tipologia di studente fuori sede che ha un legame a tratti indissolubile con i soldi e il denaro. Ovviamente cerca di risparmiare in qualsiasi momento e per svolgere ogni tipo di attività. Quindi, i cataloghi di offerte sono il suo pane quotidiano e spesso e volentieri sono nascoste pure tra i libri universitari.

L’igiene prima di tutto

Un altro tipo di studente fuori sede è certamente quello dell’igienista. Non può rinunciare a pulire ogni angolo dell’abitazione in cui vive. E non sopporta chiaramente neppure un millimetro di polvere. Una volta che ha preso possesso di un appartamento, lo farà risplendere come se fosse una reggia e pazienza se dovrà buttare fuori da casa degli amici un po’ troppo pasticcioni e sporcaccioni.

Il maniaco dell’ordine

Poi c’è il maniaco dell’ordine, che deve sempre seguire una routine ben definita per quanto riguarda l’organizzazione di tutto quello che si trova nel suo appartamento. Diventa veramente impossibile anche solo spostare di mezzo centimetro una cosa che gli appartiene. Ecco spiegato il motivo per cui forse, è meglio evitare di mettere le mani se non volete sentire ramanzine, piuttosto che improperi vari: organizzazione e ordine sono le due costanti nella sua vita, probabilmente le uniche.

Commenti

commenti

CONDIVIDI