Scuola Trasparente, una campagna per l’educazione civica degli studenti

Microsoft scuola Skype in the classroom

Si chiama Scuola Trasparente ed è la nuova campagna che è stata lanciata dal presidente nazionale FINAS, Filippo Pompei. L’obiettivo primario è quello di mettere a disposizione dei ragazzi che studiano gli strumenti per migliorare e sviluppare sempre di più la propria educazione civica, ma anche in termini di cittadinanza attiva.

Scuola Trasparente, nuova iniziativa

Insomma, un’iniziativa che mira anche ad aumentare il grado di consapevolezza degli studenti su quelli che non sono solamente i loro doveri, ma anche i diritti. La presentazione della seconda edizione del manuale Scuola Trasparente è avvenuta proprio poche ore fa presso la Camera dei Deputati.

Scopriamo la campagna

La campagna è stata lanciata grazie al supporto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, mentre della promozione si è occupata l’associazione ideatrice “Future is Now” (FINAS). Questa è la Settimana dell’Amministrazione Aperta, che durerà fino al 17 marzo prossimo.

Un manuale dal lessico chiaro e fruibile

L’edizione 2019 del manuale denominato “Scuola Trasparente” ha un grande obiettivo: quello di essere un vademecum che si presenta molto facile da comprendere per gli studenti. I contenuti, poi, sono frutto di continui aggiornamenti e si rivolgono non solamente a chi va a scuola per imparare, ma anche agli insegnanti e ai genitori.

Un progetto che si rivolge in realtà ad ogni cittadino

In realtà, il progetto mira a coinvolgere ogni cittadino che ha la curiosità di scoprire quali possono essere gli strumenti per poter accedere alle informazioni legate alla cosa pubblica. Quindi, come poter consultare gli Open Data, oppure come funzionano le impugnazioni che bisogna sfruttare nei casi di rifiuto di atti d’ufficio o di omissione.

Rivoluzione culturale

In sostanza, tutta una serie di strumenti che vengono proposti alle scuole con l’intento di portare a termine una vera e propria rivoluzione culturale. Sì quella per cui la scuola non diventa più come un mero luogo di freddo e meccanico apprendimento, ma come il centro pulsante di una rinnovata società, basata sulla trasparenza e sulla meritocrazia.

Società più equa e meritocratica

Imparare l’educazione civica per poter avere una società più equa e attenta ai diritti di tutti. Insomma, un progetto che nasce anche per poter ricreare quella zona di cittadinanza attiva che, al giorno d’oggi, sta diventando un’assenza fin troppo pesante e certificata nella vita di tutti i giorni.

Il principio della trasparenza nella P.A.

Un vero e proprio tesoro che potranno poi custodire le nuove generazioni, sia di studenti, ma anche di cittadini. Il progetto Scuola Trasparente vuole diffondere in tutte le scuole italiane un principio ben specifico relativo alla pubblica amministrazione, ovvero quella della trasparenza, seguendo quanto previsto dal d.lgs 33/2013.

Commenti

commenti