Scegliere l’università giusta: ecco alcuni utilissimi consigli

0
scegliere l'università giusta

Avete finito le scuole superiori e adesso si appresta la più difficile tra le scelte. “Qual è l’università giusta per me?”. È uno dei tanti dubbi che gran parte dei ragazzi hanno affrontato nella loro vita. Perché scegliere l’università giusta non è sicuramente uno scherzo. Il rischio è quello di finire in uno stato di confusione che non permette di prendere decisioni sensate. Per scegliere l’università giusta entrano in gioco un gran numero di fattori che bisogna prendere in considerazione. Prima di tutto è necessario valutare se si è pronti per fare questo passo. C’è ancora la voglia di mettersi sui libri e studiare? Avete una base adeguata per poterla affrontare?

Scegliere l’università giusta: sicuri di continuare gli studi?

Il primo passo è quello di capire cosa si vuole fare nella propria vita. Proseguire gli studi è la decisione migliore? L’impegno richiesto per affrontare l’università è molto alto. Non si tratta solamente di seguire le lezioni, ma anche di prendere appunti, preparare gli esami universitari e realizzare dispense e quant’altro. Se non è quello che volete, fatelo subito presente alla vostra famiglia.

Come scegliere l’università giusta: l’orientamento verso la facoltà migliore

Se il primo passo di proseguire gli studi è già stato compiuto, rimane un altro dubbio da sciogliere. Ovvero, quale facoltà si presta perfettamente alle vostre capacità? Se alcuni ragazzi sanno fin da piccoli quale università scegliere, in altri casi la confusione e lo sconforto sono totali. Ci sono dei piccoli accorgimenti che possono tornare utili per prendere una decisione corretta. Informatevi in modo completo ed accurato sulle materie di ciascuna facoltà, ma non solo. Capite anche come siano organizzati i vari corsi di laurea, il piano di studi e le possibilità lavorative al termine di tale percorso. Cercate di ottenere consigli e di farvi raccontare esperienze da studenti di varie facoltà, in maniera tale da poter avere un quadro della situazione completo ed esauriente.

Le differenze tra le varie facoltà

Farmacia è una facoltà che dura cinque anni. Alla fine, il percorso è quello per esercitare la professione di farmacista, con vari compiti. La facoltà di Giurisprudenza è un percorso lungo cinque anni che forma figure come Notaio, Magistrato e Avvocato. Economia è perfetta per chi ha la passione per marketing, finanza, matematica ed economia. La facoltà di Scienze Politiche è perfetta per chi sogna di diventare un dirigente, diplomatico o politico. Ingegneria è una facoltà offre diversi sbocchi lavorativi: informatevi in modo accurato. Chimica è ottima per chi ama la fisica, chimica e matematica e vorrebbe lavorare in un laboratorio. Il Dams è l’ideale per chi vorrebbe diventare un artista e lavorare nel mondo del cinema, spettacolo o teatrale.

Alcune facoltà sono a numero chiuso

Lettere è una facoltà perfetta per chi ha una predisposizione verso le materie umanistiche. Le facoltà di Astronomia, Fisica e Matematica sono l’ideale per chi ama le materie scientifiche. Le facoltà di Ingegneria Edile e quella di Architettura sono perfette per chi vorrebbe diventare architetto o lavorare nel mondo edile. La facoltà di Medicina prevede un test di ingresso, visto che è a numero chiuso. Un cammino lungo che forma svariate figure professionali in ambito medico. La facoltà di Professioni Sanitarie permette di specializzarvi in uno specifico ambito medico. Veterinaria è una facoltà che permette di formare figure mediche che cureranno gli animali. Infine, la facoltà di Scienze della Formazione Primaria prevede un test di ingresso molto complicato.

Commenti

commenti

CONDIVIDI