Prof rompiscatole, ecco i migliori consigli per andarci d’accordo

Come avere un buon rapporto con i professori

Anche voi in classe avete a che fare con una serie di prof rompiscatole che sicuramente vi fanno spesso venire il nervoso? Ebbene, bisogna prestare la massima attenzione a curare nei minimi dettagli il rapporto con questi ultimi, dal momento che in caso contrario si potrebbe incappare in un gran numero di problematiche.

Un po’ tutti, almeno una volta nella vita hanno avuto a che fare con dei professori particolarmente precisi e puntigliosi. Cerchiamo di capire quale sia il modo migliore per comportarsi per evitare di dover affrontare degli scontri con il professore (o i professori) in questione che possano andare a rovinare il percorso scolastico, soprattutto in vista della maturità.

Prof rompiscatole, come comportarsi?

Se pensate davvero che il vostro insegnante sia una persona estremamente scomoda e rompiscatole, dovreste provare almeno una volta nella vita a mettervi nei suoi panni. Cercate di capire quello che si può provare stando dall’altra parte della cattedra e provare a comprendere il motivo per cui può essere talmente preciso e rompiscatole.

Spesso e volentieri, infatti, il motivo è legato al fatto che i suoi alunni continuano a mancargli di rispetto in classe e, di conseguenza, è portato ad essere piuttosto “cattivo”. Probabilmente un buon numero di studenti sottovaluta l’importanza della sua materia oppure continuano a disturbare durante le spiegazioni teoriche.

Un altro consiglio è quello di lavorare sempre in sintonia con i propri insegnanti, senza schierarsi come se foste dei veri e propri avversari. Anche se il professore è piuttosto sgarbato e chiaramente, istintivamente, si sarebbe portati a tenere un certo comportamento perché quest’ultimo ha palesemente torto, riuscire a mantenere il self-control è un sintomo importante di maturità.

Essere sempre positivi e ammettere i propri errori

È importante, quindi, che lo studente si impegna e si sforzi nell’essere sempre positivi verso il professore, dandogli una mano nei casi in cui sembri in difficoltà. Se fate uno sforzo verso di loro, allora molto probabilmente anche il docente farà un passo verso di voi e sarà decisamente meno rompiscatole.

Un altro ottimo modo di comportarsi in classe è quello di essere positivi. Al posto che litigare oppure cercare lo scontro o, ancora, lamentarsi per qualsiasi vicenda, lo studente dovrebbe cercare di capire anche se lui ha sbagliato qualcosa, magari nel sistema di studio che ha adottato a casa che l’ha portato a compiere errori durante l’interrogazione o la verifica. Ammettere i propri errori è un altro segnale di crescita e di buona maturità.

Commenti

commenti