Preside, ecco quella più giovane di tutte le scuole italiane

preside scuola

Nell’immaginario collettivo la preside o il preside è una di quelle figure che hanno una grande esperienza con l’ambiente scolastico, di almeno 60 anni, che ha dei modi di fare spesso molto seriosi e che riesce a incutere quel timore reverenziale che da bambini sembra paura allo stato puro.

Ebbene, a volte quello che si è portati a pensare non corrisponde alla realtà, perlomeno non in tutte le scuole. Infatti, c’è un istituto nel nostro Paese che è andato in controtendenza rispetto a questo fenomeno ed è l’occasione per parlare della storia di Maria Luisa D’Onofrio, che potrebbe riuscire davvero a far cambiare qualcosa.

Preside più giovane d’Italia: ecco chi è!

Maria Luisa ha solamente 31 anni ed è stata in grado, solo con le sue forze va detto, di trionfare nel concorso da dirigente scolastico che è stato bandito da parte del Miur. A partire dallo scorso 2 settembre è la preside dell’Istituto Comprensivo 2° Nord di Sassuolo. Una gran bella soddisfazione per lei, che suona un po’ di rivincita anche per tutti gli altri giovani che sognano una carriera simile.

Tutto merito del suo grande impegno, ma adesso Maria Luisa si è già messa in tasca un gran bel record: si tratta del preside più giovane su tutto il territorio italiano. Attenzione a chiamarla con il suo nome, però: la dicitura corretta dovrebbe essere quella di dottoressa D’Onofrio. Starà chiaramente a lei, ora, dimostrare che la scelta che è stata fatta darà i suoi frutti.

Una storia che, però, fa anche ricredere sul classico luogo comune secondo alcuni determinati ruoli e figure lavorative non sembrano poter essere adatte ai giovani. Prima di riuscire a trionfare nel corso da dirigente scolastico, la D’Onofrio ha insegnato, per ben sette anni, mentre prima era semplicemente una studentessa come tutte le altre.

Un punto di partenza per tutti i giovani?

Insomma, chi potrebbe criticare la sua esperienza si dovrebbe ricredere, dal momento che ci sono i fatti a testimoniare per lei. In un Paese in cui i giovani difficilmente hanno delle effettive opportunità di poter ambire a livelli così apicali, è bello sapere che c’è ancora qualcuno che ce l’ha fatta.

Nessuno potrebbe dire di conoscere la scuola molto meglio rispetto alla Dott.ssa D’Onofrio, dal momento che la sua formazione scolastica l’ha fatta e i sette anni di insegnamento già accumulati non sono affatto pochi. Insomma, il titolo della preside più giovane d’Italia le farà piacere e sarà un ulteriore stimolo per fare il suo lavoro nel migliore dei modi.

Commenti

commenti