Maturità, come ci si prepara per gli ultimi mesi di scuola

Commissari esterni maturita 2018

Ormai, volente o nolente, metà anno è passata e siamo già entrati nel mese di marzo. Questo vuol dire solamente una cosa: tutti quegli studenti che quest’anno dovranno affrontare la prova più temuta, ovvero la maturità, hanno circa tre mesi per prepararsi a dovere a questo importante appuntamento.

Maturità, mancano poco più di tre mesi

L’esame di maturità 2019 sta arrivando a velocità supersonica, molto più rapidamente rispetto a quanto preventivato. È una sensazione che tutti gli studenti, nel corso del tempo, provano. E, per qualcuno, comincia a trasformarsi più che altro in un vero e proprio incubo, anche per via delle numerose novità che faranno il loro esordio proprio da quest’anno.

No all’ansia

Uno dei primi consigli per evitare di farsi prendere eccessivamente dall’ansia degli esami di maturità 2019 è senz’altro quello di stare il più sereni possibile. È chiaro come ci siano all’orizzonte delle prove totalmente inedite e che l’orale rappresenta, in effetti, un bel punto di domanda, ma l’agitazione è sempre una cattiva consigliera.

Mantenere la lucidità

Ecco spiegato il motivo per cui è bene evitare di pensare anche alle simulazioni, che non sono andate proprio alla grande. Ad ogni modo, avere la lucidità per affrontare problema dopo problema è fondamentale per riuscire a raggiungere un buon risultato durante i prossimi esami di maturità.

Studiare ogni giorno

Un altro suggerimento che bisognerebbe sempre seguire da questi giorni alla fine dell’anno scolastico è quello di studiare giorno per giorno, senza dover accumulare troppi argomenti da studiare tutti in una volta. Lo studio quotidiano e spezzettato è il miglior sistema per affrontare uno scoglio importante come le prove della maturità.

Stare al passo con il programma

Restare passo dopo passo con lo sviluppo del programma che si sta affrontando durante le ore di lezione è un altro consiglio importante, in modo tale da non arrivare proprio negli ultimi venti giorni a dover studiare il programma completo.

Ripasso e studio

Va bene restare in pari con il programma dell’ultimo anno, ma è fondamentale considerare tutto l’arco dei tre ultimi anni delle superiori. Anche per via del fatto che è proprio su questi che poi si baseranno gli esami di maturità. Quindi, ripassare giorno dopo giorno anche il programma dei due anni precedenti è decisamente importante.

Lo studio di gruppo

Studiare con altri compagni potrebbe portare a numerosi vantaggi. Ad esempio, ci sono alcuni dettagli che potrebbero essere notati, ma che singolarmente vi sfuggirebbero. Anche se è solamente un compagno di classe, l’importante è trovare un supporto che permetta di organizzare meglio lo studio.

Commenti

commenti