Maturità 2020, il grande ritorno della traccia di storia

Commissione d’esame maturità 2018

È stato direttamente il ministro Fioramonti a diffondere la bella notizia, mettendo in evidenza come faccia il suo ritorno la traccia di storia alla maturità. Si tratta di una prima importante novità di un percorso innovativo, che ha come fine principale quello di rendere più forte lo studio della storia in tutte le scuole della penisola italiana.

Dal proprio profilo Facebook, il ministro Fioramonti ha ammesso che la traccia di storia farà ritorno alla maturità, già da quest’anno. L’ufficialità che tanto si attendeva, quindi, è finalmente arrivata. Dopo mesi e mesi di discussioni che riguardano la bontà della scelta di escludere il tema storico dalle tracce della prima prova di maturità.

Maturità 2020, la traccia di storia sarà obbligatoria

Attenzione, però, dal momento che gli studenti non si troveranno di fronte ancora il vecchio tema del tipo C che era presente nell’esame che precedeva la riforma. Invece, a quanto pare, la materia di storia sarà introdotta in via obbligatoria all’interno della neonata tipologia C, ovvero quella che si riferisce al testo argomentativo.

Nel corso di una successiva intervista che è stata rilasciata a La Repubblica, il ministro dell’Istruzione ha messo in evidenza come storia farà parte della tipologia B. quindi, gli studenti dovranno prima analizzare la traccia e poi produrre un testo di carattere argomentativo. E una delle tre tracce che si troveranno di fronte sarà per forza di storia.

Gli appelli che sono arrivati al Miur nel corso degli ultimi mesi circa la reintroduzione di una traccia dedicata alla storia sono stati decisamente numerosi. E hanno sortito il loro effetto in maniera ottimale, dal momento che questa materia fa nuovamente parte delle tracce della maturità.

In realtà non cambia poi così tanto…

In confronto a quello che è avvenuto nel 2018, in ogni caso, per gli studenti non è che la situazione sia così rivoluzionata. Già nell’ultima maturità una delle tracce che facevano parte della tipologia B era riferita all’eredità del Novecento e c’era la possibilità di inserire tutta una serie di spunti e riflessioni riguardanti la storia.

Tra le altre tracce che hanno compreso lineamenti di storia, ma anche di sport, troviamo sicuramente la C, in cui sono compresi i temi di attualità. Certo, però, che è doveroso riconoscere un po’ di credito alla scelta del nuovo ministro dell’istruzione, che si è fatto portatore di un tema di discussione degli ultimi mesi piuttosto importante e ha riportato la storia all’interno delle tracce di maturità, in via obbligatoria.

Commenti

commenti