Maturità 2020, ecco quali sono i tipi di calcolatrice ammessi

È il vostro ultimo anno alle superiori e state già pensando all’esame più importante della propria carriera scolastica? È tutto nella norma, non vi dovete preoccupare, dal momento che si tratta di un passaggio fondamentale della propria vita. Per questa ragione, è bene arrivare a tale appuntamento con le idee più che chiare su ogni tipo di aspetto legato alla maturità e alle varie prove da affrontare.

Una nota che è stata diffusa dal Miur alla fine di ottobre ha permesso di capire un dettaglio molto interessante circa l’esame di maturità del 2020. Ovvero, ha pubblicato l’elenco delle calcolatrici che gli studenti potranno usare nel corso della prossima sessione degli esami di Stato.

Maturità 2020, è compito del Miur definire l’elenco delle calcolatrici ammesse in sede d’esame

Di conseguenza, c’è la possibilità di giocare in anticipo e capire quale tipo di calcolatrice acquistare da sfruttare durante la maturità del prossimo anno. Dal 2017 in avanti, a parte le calcolatrici scientifiche, gli studenti hanno l’opportunità anche di mettere nello zaino anche le calcolatrici grafiche all’esame di Stato, a patto però che non abbiano il CAS e la connessione al web.

È compito dei membri delle varie commissioni di esame quello di dare l’ok ai vari modelli di calcolatrice che i candidati potranno usare. La comunicazione, nella maggior parte dei casi, arriva proprio alla viglia dell’esame scritto. In ogni caso, gli studenti potranno già farsi un’idea di massima dando un’occhiata alla lista che è stata diffusa da parte del Miur e che viene aggiornata di anni in anno, in modo tale da capire quali siano le calcolatrici che hanno ricevuto l’autorizzazione.

Ad ogni modo, anche tra calcolatrice grafica e quella scientifica le differenze ci sono e non sono nemmeno poche. Infatti, gli studenti che scelgono di imparare a usare la calcolatrice grafica giusto in tempo in vista degli esami di maturità potranno godere di un vantaggio che si può definire a tutti gli effetti reale.

La calcolatrice grafica è uno strumento che, spesso e volentieri, viene sottovalutato. Il vantaggio principale connesso all’uso di tale tipologia di calcolatrice è ovviamente quello di garantire l’opportunità di godere di una rappresentazione grafica di tutte le operazioni che vengono portate a termine. In questo modo, si potrà seguire praticamente in tempo reale il risultato finale di un problema e poi controllare passo dopo passo se il procedimento che si sta seguendo è corretto oppure se presenta delle lacune. E, in questo ultimo caso, correggerle ovviamente.

Commenti

commenti

CONDIVIDI