Esami universitari, quando la tecnologia può tornare utile per alzare la media

Esami orali

Diciamo la verità: al giorno d’oggi, un po’ tutti gli studenti sono convinti che la tecnologia possa essere uno strumento che serva a tutto tranne che a dare una mano nello studio. Eppure, non è affatto così, soprattutto in riferimento agli esami universitari.

Infatti, esistono numerose applicazioni che sono state realizzate proprio per gli studenti universitari, che offrono servizi e prodotti sia a pagamento sia in via del tutto gratuita, che possono tornare decisamente utili per affrontare le varie sessioni degli esami universitari. Alcune, quindi, potrebbero diventare ben presto la vostra compagnia preferita quando c’è da preparare un esame.

Esami universitari e le app che vengono in aiuto

Esistono delle vere e proprie app che sono state ribattezzate anti-distrazione, dal momento che aiutano a ottimizzare il tempo che si ha a disposizione, cercando di rispettare i tempi di studio che sono stati programmati. Pensiamo, ad esempio, all’app denominata Forest stay focused, lanciata sia per device iOS che Android. Questa app è stata sviluppata proprio con l’intento di dare una mano a conservare sempre molto alta la concentrazione per un determinato periodo di tempo.

Tra le altre app che possono essere utili nello studio universitario troviamo pure quella denominata “Anki”. Si tratta di un software che è stato originariamente creato come supporto per lo studio che si basa sul metodo mnemonico delle Flashcard. Provate a utilizzarlo almeno una volta per capire se potreste ottenere qualche risultato applicandolo.

Nel caso in cui l’esame fosse ormai alle porte, ma i concetti più importanti non vi fossero ancora entrati in testa, allora la soluzione migliore è quella di puntare sulle mappe concettuali. Si tratta di un sistema che serve a memorizzare con maggiore efficacia i vari argomenti più importanti dell’esame. Per chi non ha tempo e voglia di disegnarle su carta, c’è la tecnologia che offre un bell’aiuto.

Le mappe concettuali con Simplemind Pro+

Infatti, l’app in questione prende il nome di Simplemind Pro+ e offre la possibilità di realizzare una mappa mentale direttamente tramite il proprio smartphone. Sulla stessa mappa concettuale ci sarà poi l’opportunità di inserire dei nodi concettuali che si potranno ordinare, evitando che gli argomenti superflui possano danneggiare l’apprendimento.

Le applicazioni che vengono proposte per i vari dispositivi mobili rappresentano senz’altro un ottimo aiuto per organizzarmi nello studio e anche proprio per approcciarsi alle varie materie, ma ci sono alcuni titoli che offrono approfondimenti e riassunti proprio in relazione alle materie specifiche. Basti pensare, ad esempio, alle varie app di consultazione, che si possono considerare una sorta di veri e propri piccoli bignami ottimi per memorizzare meglio alcuni concetti.

Commenti

commenti