Compiti vacanze, come affrontarli senza appesantirsi prima di ricominciare

0
compiti vacanze

Come al solito ritrovarsi sempre all’ultimo secondo per affrontare i compiti vacanze è una costante di tantissimi studenti. I più previdenti, appena finito l’anno scolastico decidono di ultimare subito tutti i vari compiti assegnati per le vacanze estive, in modo tale da poter poi essere liberi per tutto il resto delle ferie e potersi godere appieno l’estate e gli amici.

Compiti vacanze, a volte il relax e la pigrizia hanno la meglio

Altre volte, invece, la voglia di riposarsi, rilassarsi e di andare in vacanza ha la meglio su tutto. Il rischio di scordarsi i compiti vacanze è sempre dietro l’angolo e tante volte succede di arrivare praticamente alla fine del mese di agosto e di avere ancora tutti i compiti da fare. Un bel peso sulle spalle, dal momento che ormai il rientro a scuola si può considerare sempre più vicino.

Come riuscire ad organizzarli?

Ecco che solamente il pensiero di dover fare tutti i compiti vacanze nel giro di pochi giorni porta ad un notevole stress negli studenti. In realtà, sarebbe stato sufficiente avere una minima organizzazione ed esaurire tutti i compiti durante le vacanze estive, in maniera tale da non ridursi all’ultimo momento con dei carichi di lavoro pazzeschi.

Un problema serio…

Purtroppo tanti studenti non impareranno mai da questa situazione e finiranno sempre con il dover fare gli straordinari i giorni prima di ricominciare la scuola e di tornare dietro ai banchi. Insomma, sarebbe meglio stilare una tabella di marcia, in maniera tale da terminare i compiti delle vacanze in modo progressivo, senza affaticarsi troppo.

Una tabella di marcia è molto utile

Anche se sono sufficienti pochi giorni per terminare tutti i compiti, è necessario prendere in considerazione anche come certe materie siano notevolmente più difficili rispetto alle altre e abbiano bisogno di più concentrazione e impegno. Quindi, una tabella di marcia che si rispetti deve avere al suo interno degli schemi, delle mappe concettuali, così come tanti post-it che possono sempre tornare particolarmente utili. Riassunti e sintesi possono essere usati per la memorizzazione più rapida delle parole chiave, in maniera tale da imparare nel migliore dei modi i vari ragionamenti.

I ripassi di gruppo

I compiti vacanze possono essere svolti anche in gruppo. Insomma, un aiuto in questi casi è ben lecito, anche se deve essere usato in maniera intelligente. Il ripasso di gruppo con gli amici per riprendere i concetti delle materie scientifiche che sono stati studiati durante l’anno può tornare molto utile. Le recensioni dei libri suggeriti dai professori possono essere altrettanto importanti per capire un po’ le dinamiche dei racconti che si dovranno poi riferire in aula a settembre.

Commenti

commenti

CONDIVIDI