Sigarette elettroniche: è allarme per gli adolescenti che le usano

0
sigarette elettroniche

Un altro studio dedicato al fumo e alle conseguenze a livello adolescenziale. Non che ne servissero di particolari per appurare quanto le sigarette possano fare male, specialmente nel caso in cui si inizi a fumare già da giovani. Quest’ultima ricerca, però, prende in esame le sigarette elettroniche e i rischi che possono portare con sé, specialmente sugli adolescenti.

Sigarette elettroniche, ecco l’ultimo studio

Lo studio è stato effettuato da ricercatori dell’Università di Waterloo e della Wake Forest School of Medicine. Secondo tale ricerca gli studenti che hanno un’età compresa tra 13 e 18 anni e che hanno già provato a fumare le sigarette elettroniche, devono fare i conti con un pericolo maggiorato di circa 2,16 volte di iniziare a fumare delle sigarette normali.

Un rischio molto alto per gli adolescenti

Dal momento in cui le sigarette elettroniche sono state introdotte in commercio, stando a quanto riferito da Bruce Baskerville, un ricercatore che lavora al Propel Centre for Population Health Impacht dell’Università di Waterloo, si è posta subito la questione secondo cui l’uso delle e-cig potrebbe favorire poi il passaggio al fumo di sigaretta. Al giorno d’oggi, ecco un altro studio che dimostra come tendenzialmente si possa rispondere positivamente a tale dubbio.

L’impatto delle e-cig sui giovani

Il gruppo di ricercatori nord-americani ha voluto approfondire le informazioni contenute nel documento “Canadian Student Tobacco, Alcohol and Drugs”, giungendo alla conclusione come il 10% degli studenti tra 13 e 18 anni aveva già avuto modo di provare le sigarette elettroniche. Si tratta di prodotti che, nella maggior parte dei casi, possono presentare al loro interno nicotina, ma non tante altre sostanze che invece si rinvengono nelle comuni sigarette di tabacco, come monossido di carbonio piuttosto che catrame.

Le sigarette elettroniche non contengono catrame, però…

Ecco spiegato il motivo per cui quantomeno all’inizio le e-cig non venivano viste poi in maniera così negativa. Gli studi preliminari, quindi, hanno messo in evidenza come tante sostanze pericolose contenute nelle sigarette normali non erano presenti nelle e-cig e, di conseguenza, queste ultime potessero essere non così tanto nocive. Invece, lo studio condotto da Baskerville, sottolinea come l’uso delle sigarette elettroniche può portare al consumo di quelle normali.

Le ultime preoccupanti statistiche

Il problema è che tali dati mostrano un quadro molto preoccupante soprattutto tra gli adolescenti, dove la tendenza a fumare le e-cig è in netto aumento. Attualmente, le normative vietano la vendita di sigarette elettroniche agli adolescenti in varie nazioni, ma la realtà è che le cose spesso vanno in modo differente e tali proibizioni vengono aggirate con notevole facilità.

Commenti

commenti

CONDIVIDI