Fumare cannabis da adolescenti? Occhio al bipolarismo poi…

0
fumare cannabis adolescenti

Ormai ci sono sempre più ragazzi che sono soliti fumare cannabis a cuor leggero, quasi come se fosse diventata una piacevole abitudine. Ebbene, non è assolutamente così ed è compito non solo dei genitori, ma anche della scuola intervenire per poter mettere in chiaro come le conseguenze sulla salute potrebbero essere veramente spiacevoli.

Fumare cannabis da adolescenti, pericolo ipomania

Fumare cannabis da adolescenti, infatti, è uno di quei pericoli che possono tranquillamente portare allo sviluppo di ipomania. Per chi non lo sapesse, si tratta di un vero e proprio disturbo dell’umore, che è correlato direttamente con tutti quei disturbi che si riferiscono allo spettro bipolare. In poche parole, una volta divenuti adulti, c’è il rischio di soffrire di bipolarismo.

Lo studio di alcuni ricercatori della Warwick Medical School

Una “sentenza” che arriva da un team di ricercatori della Warwick Medical School. La loro opera ha trovato subito spazio sulla rivista Schizophrenia Bulletin ed è stata ribattezzata “Cannabis Use and Hypomania in Young People: A Prospective Analysis”. Quello che ci chiediamo è se sia veramente possibile una cosa del genere.

Ipomania e bipolarismo

Prima di tutto, l’ipomania è uno di questi disturbi dell’umore che possono essere legati al bipolarismo, ma anche alla ciclotimia. Spesso è una situazione che viene causata da un vero e proprio abuso di droghe piuttosto che di bevande alcoliche. I soggetti che ne vengono colpiti sono particolarmente euforici, fin troppo attivi ed eccitati. Non avvertono la necessità di riposarsi e dormire e tutto questo porta delle conseguenze estremamente negative nella vita di tutti i giorni con il passare del tempo.

Come si è svolto lo studio

I ricercatori hanno completato lo studio andando ad approfondire una ricerca longitudinale. Da qui hanno capito come il consumo di cannabis nel corso dell’età adolescenziale, almeno due o tre volte alla settimana, ha un legame diretto con lo sviluppo dei sintomi che sono tipici dell’ipomania nel corso degli anni successivi.

Le possibili conseguenze da adulti

È effettivamente il primo studio che va a testare la correlazione che esiste tra fumare cannabis in età adolescenziale e le conseguenze sulla psiche una volta che i soggetti divengono poi adulti. E le conclusioni dello studio sono particolarmente chiare che non lasciano spazio davvero ad altro tipo di interpretazioni, lanciando un monito molto forte.

Rischi alti di sviluppare ipomania

Fumare cannabis in età adolescenziale può comportare un rischio molto alto di sviluppare in futuro l’ipomania. E, tra le altre cose, si tratta di un rischio collegato potenziale. I risultati, inoltre, provengono da uno studio longitudinale fatto in Europa, ovvero in realtà in cui il consumo di cannabis tra i soggetti adolescenti è davvero molto elevato.

Commenti

commenti

CONDIVIDI