Dipendenza da smartphone: scoprite come si può curare…

0
Dipendenza da smartphone

La dipendenza da smartphone è uno di quei fenomeni che stanno letteralmente spopolando tra i giovani. Al giorno d’oggi, infatti, i dispositivi mobili si possono considerare quasi come dei veri e propri prolungamenti del corpo umano. Quasi tutti i ragazzi sono sempre con la testa per terra, pronti a rispondere a qualche messaggio o a pubblicare post sui social network.

Dipendenza da smartphone, staccatevi dagli schermi!

Insomma, qualsiasi momento è sempre quello buono per poter usare il proprio smartphone. E per tutti quei ragazzi che sono in preda ad una vera e propria dipendenza da smartphone, è importante che sappiano che finalmente esiste una cura. Che poi funzioni, quello è un discorso completamente diverso, però quantomeno si può provare.

La cura arriva da uno… Smartphone

Ed è incredibile come a combattere la dipendenza da smartphone sia nientemeno che uno smartphone e non una medicina. Si tratta di un dispositivo che presenta la stessa forma di uno cellulare, ma in realtà non lo è. Infatti, al posto del display sono state inserite delle biglie di marmo con cui c’è la possibilità di simulare i medesimi movimenti che si fanno quando si rimuove un messaggio o altri comportamenti tipici.

Creato dal designer Klemens Schillinger

Questa “terapia” prende il nome di Substitute Phone” e dal nome si può facilmente intuire di cosa si tratti. È stato realizzato dal designer austriaco Klemens Schillinger. L’obiettivo di questa invenzione è abbastanza evidente: dare una mano nella guarigione da un impiego praticamente costante e ossessivo dello smartphone.

Si può usare dovunque

Insomma, quando viene voglia di utilizzare lo smartphone, in qualunque posto ci si trovi, ecco che si tira fuori questo Substitute Phone, simulando le attività tipiche dello smartphone. Insomma, un motivo in più per utilizzare il vostro dispositivo mobile reale solamente quando c’è un valido e serio motivo per farlo e non così a caso.

Sono simili agli smartphone in tutto e per tutto

Si tratta di strumenti che chiaramente somigliano allo smartphone in tutto e per tutto dal punto di vista estetico. Si possono considerare come unicamente degli oggetti di scena. La particolarità è quella di presentare degli incavi che scorrono lungo il lato frontale e al posto del touch screen ci sono delle sfere di ridotte dimensioni a contatto le une con le altre.

Replicare gli stessi comandi touch

Chi ha una dipendenza da smartphone, quindi, ha la possibilità di replicare gli stessi comandi touch che normalmente utilizza dal momento in cui sono sbarcati in commercio iPhone e i vari smartphone touch. A partire dallo swipe to unlock fino ad arrivare al pinch to zoom, senza dimenticare ovviamente anche lo scorrimento delle pagine web.

Commenti

commenti

CONDIVIDI