Cervello degli adolescenti, uno studio fa emergere alcuni interessanti segreti

0
adolescenza e trasgressione

Uno studio davvero molto interessante arriva nientemeno che dall’University College London e riguarda il cervello degli adolescenti. La docente Blakemore, infatti, ha portato a termine più di uno studio relativo proprio all’encefalo dei teenager e ha fatto delle scoperte molto interessanti.

Nuovo studio sul cervello degli adolescenti

Dai risultati di queste ricerche, infatti, è emerso come il cervello degli adolescenti segue un vero e proprio percorso evolutivo. Inoltre, è stato scoperto come l’obiettivo biologico dell’adolescenza sia quello di portare alla formazione di un’identità a livello personale.

Le difficoltà dell’adolescenza

Sappiamo tutti molto bene quanto sia complicata la fase adolescenziale: tra comportamenti legati a dei cambiamenti repentini d’umore, un animo ribelle non solo verso i genitori, ma anche nei confronti delle istituzioni, non sempre si tratta di un momento della vita molto facile da affrontare.

La professoressa Blakemore

Ecco spiegato il motivo per cui la docente Blakemore, della University College London, ha svolto un gran numero di ricerche in relazione al cervello dei teenager. Proprio da poco tempo, la professoressa ha criticato aspramente gli esami scolastici a cui sono sottoposti gli adolescenti inglese, sostenendo come provochino un eccessivo stress nelle loro menti in continua fase evolutiva.

Alcuni comportamenti sono uguali in tutto il mondo

In base agli studi di questa professoressa, fino ad un ventennio fa non si era ancora studiato il cervello degli adolescenti e il fatto si sviluppasse durante questa età. Inoltre, ha voluto mettere in evidenza come determinati comportamenti sono uguali praticamente in tutto il mondo e non hanno alcun legame con la cultura di origine.

La creazione dell’identità personale

Un gran numero di adulti non ha la minima idea che l’adolescenza rappresenta la fase più importante dello sviluppo, dal momento che si viene a creare quella che viene ribattezzata identità personale. Ed è proprio per colpa di quest’ultima che i teenager spesso e volentieri entrano in contrasto con l’autorità dei genitori e prediligono invece il parere degli amici.

Approvazione dei coetanei

Di conseguenza, ecco che l’approvazione da parte degli amici e dei coetanei riveste un ruolo fondamentale per la vita degli adolescenti. Al punto tale che alcuni ragazzi sono talmente condizionati che preferiscono lasciar perdere lo studio e i risultati scolastici, prediligendo invece la partecipazione a tutti gli eventi sociali possibili.

La paura

Nell’età della pubertà, i ragazzi hanno una grande paura, che è quella di essere esclusi dagli altri. La conseguenza principale è che per questa ragione sono coinvolti in comportamenti che li possono mettere in pericolo. Eppure, varie ricerche hanno messo in evidenza che lo fanno solamente per via della pressione sociale e non perché non sono in grado di riconoscere i pericoli.

Commenti

commenti

CONDIVIDI